Un nostro forum di grammatica generativa e didattica: sondaggio sul nome

Credo di essere arrivato a una proposta abbastanza buona per il nome del forum che da tempo ho in mente di fondare.L’idea di Giuseppe Galeani, alla fine, mi sembra la migliore, anche se necessita di un sottotitolo esplicativo:

Generazione Generativa. Linguistica teorica e applicazioni didattiche per liberi pensatori e sperimentatori. Dai tredici anni in su.

Oppure… Rete di liberi pensatori dai tredici anni in su.

oppure : Solo per liberi pensatori

Che ne pensate?

Annunci

8 Risposte to “Un nostro forum di grammatica generativa e didattica: sondaggio sul nome”

  1. vigliag Says:

    professore, manca il link 🙂

  2. Andrea Says:

    Si dice ” mi vuole un oggetto”.

    Grazie, saluti, Andrea

  3. andrea Says:

    salve,
    chiedo scusa per essermi intromesso nel forum sbagliato. In ufficio volevamo sapere se è corretto utilizzare il verbo volere nella seguente frase: “… mi vuole la lettura del gas…..”grazie, saluti Andrea

  4. grazia Says:

    salve a tutti sono grazia, docente elementare, frequentante la ssis della cattolica. Leggo da un pò il blog senza commenti, nn ne sono all’altezza forse. Ad ogni modo mi sto specializzando con la tesi in grammatica generativa. Ho in mano l’ultimo testo della carocci di giorgio graffi sul programma minimalista; successiv dovrò ipotizzare un percorso per la I media di grammatica,a partire proprio dal modello, ma da dove e come impostare l’attivitĂ ? Gli esperimenti del prof. di Catania sono di difficile applicazione per le mie ipotetiche classi…. Spero in un vostro suggerim. Io avevo pensato ad una indagine solo sulla strutura superficiale, alla sintassi dunque con l’ analisi delle frasi coi legamenti e i parametri o la valenza verbale…

  5. grazia Says:

    ops. c’è un errore nel mio commento… a proposito dimenticavo di lasciare un mio sugg al titolo: “rammatichiamo generando” alludendo alla mia richiesta di soccorsi parlando di grammatica si generano nuove proposte di grammatica applicata

  6. grazia Says:

    grammaticando, ma che mi è preso oggi…

  7. salvomenza Says:

    Grazia, sono d’accordo sul fatto che sarebbe meglio occuparsi della sola struttura superficiale. Ma questo è in conflitto col minimalismo. Infatti, nel programma minimalista si intende spiegare la struttura superficiale della frase come il risultato dell’aggiunta progressiva (e l’eventuale cancellazione) di elementi al nucleo verbale. L’internal merge è quello che prima si chiamava (e si chiama in realtĂ  tuttora) movimento. E per giunta il sistema è bottom-up, quindi si immagina che la frase venga prima pensata al rovescio, (quasi, perlopiĂą) dall’ultima parola alla prima.
    Avrai poco tempo. Sarebbe carino un problema grammaticale che costituisce un mistero per la grammatica tradizionale e che invece è di facile spiegazione per il paradigma generativo: alla fine l’impressione che dai è che lo sforzo di usare un metodo nuovo sia ripagato da una scoperta.

  8. typoo Says:

    Hello, as you may already found I’m new here.
    I will be glad to receive some help at the beginning.
    Thanks in advance and good luck! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: